La progettazione del terrazzo in città. Workshop maggio 2019.

Pubblicazione dei progetti e delle attività del workshop di formazione
tenutosi a Milano in data 25.05.2019.

DATA DI PUBBLICAZIONE
09.07.2019

AUTORI E CONTRIBUTORI

ALESSANDRA CORRADINI

ANDREA ENRICO GUAZZONI. Ordine Architetti di Milano. Matricola 15015.
ANTONELLA GRAVANA. Ordine Architetti di Milano. Matricola 10890.
FRANCESCA ROSOLA. Ordine Architetti di Milano. Matricola 14400.
ROBERTO DOMENICO BONI. Ordine Architetti di Milano. Matricola 8194.
PATRIZIA TRUPIANO. Ordine Architetti di Milano. Matricola 8936.
MAURO MATTAINI. Ordine Architetti di Milano. Matricola 18887.
CHIARA MARIA VINCENTI. Ordine Architetti di Milano. Matricola 17591.
SIMONE FUMAGALLI. Ordine Architetti di Milano. Matricola 10780.
SILVIA PILATI. Ordine Architetti di Monza e Brianza. Matricola 1624.
LAURA BELLONI. Ordine Architetti di Como. Matricola 2005.
PATRIZIA MAURI. Ordine Architetti di Alessandria. Matricola 396.
CINZIA CANNATA CESARANO. Ordine Architetti di Torino. Matricola 8173.
VALENTINA CASALBONI. Ordine Architetti di Forlì e Cesena. Matricola 1244.
MARCELLO POLENGHI. Ordine Ingegneri di Milano. Matricola 29493.
GIOVANNA GAGLIOTTI. Ordine Ingegneri di Brescia. Matricola 4091.

REALIZZAZIONE EDITORIALE
PARFORMA. Paesaggio ARchitettura FORMAzione.

CODICE ISBN E-BOOK
978-88-32225-33-4

Il codice ISBN (International Standard Book Number) è stato regolarmente registrato presso l’Agenzia ISBN Associazione Italiana Editori attraverso la sua società di servizi EDISER srl.

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte della pubblicazione può essere riprodotta o diffusa senza autorizzazione scritta dell’editore. Tutti i nomi dei prodotti citati sono marchi registrati appartenenti alle rispettive società. Essi sono usati solo a scopo editoriale e a beneficio delle relative società.

La progettazione del terrazzo in città

Terrazza panoramica tra i grattacieli cittadini.

Nelle aree metropolitane un appartamento a cui sia annesso un terrazzo ha un notevole valore aggiunto.
Non è una novità questa, ma è interessante vedere come i costumi e la tecnologia oggi hanno reso il terrazzo in città non un semplice corredo all’appartamento, ma anche un luogo dalle molteplici funzioni.

Analizziamo qualche caso e proponiamo poi soluzioni nostre, scegliendo il verde più adatto secondo alcuni vincoli dati dagli studi che il corso annesso propone.

In linea generale, possiamo dire che gli impianti di irrigazione sempre più efficienti e sofisticati consentono moltissime realizzazioni diverse.

Un terrazzo allestito con prato sintetico.

Lo stesso vale per le zone oggi allestite a prato su soletta e per l’introduzione di prati artificiali così verosimili da avere reso possibile qualsiasi “effetto verde”.

Senza entrare nel merito di scelte progettuali specifiche, diciamo solamente che l’uso del prato artificiale è da sconsigliare non appena sia possibile scegliere prati naturali o miscugli fioriti a bassa manutenzione, seminabili su soletta adatta.

Questo per non incrementare la produzione di plastica e per favorire l’assorbimento delle acque piovane anche sulle superfici terrazzate e combattere il fenomeno del soil sealing (di cui si è approfondito nella pubblicazione: “Workshop – La progettazione del terrazzo nei luoghi di lavoro”).

La progettazione e la realizzazione: un’analisi.

Vediamo adesso alcuni esempi di terrazzi innovativi per destinazione d’uso o per progettazione dello spazio.

Il pc portatile sul terrazzo.

Che cosa c’è di particolare in questa foto? Niente, in apparenza. In realtà l’uso del pc portatile sul terrazzo ha creato nuove abitudini e nuove necessità progettuali: sul terrazzo è, dunque, possibile leggere e svagarsi, ma anche lavorare.

Nel caso l’uso del pc sia una consuetudine, sarà necessario prevedere una zona di relax o lavoro molto ombreggiata, in modo da rendere visibile lo schermo senza affaticare la vista. Per fare questo è possibile utilizzare piante sempreverdi in vaso tra cui:

  • Camellia japonica in un clima più freddo,
  • Pittosporum tobira in un clima più temperato.

Camellia japonica

Pittosporum tobira

I nuovi usi del terrazzo.

Già abbiamo parlato di cambiamenti e di nuovi utilizzi del terrazzo, in questa foto ne abbiamo una testimonianza. L’attività ricreativa che si svolge già in parte all’interno, viene portata all’esterno. Il verde è tutto artificiale: da quello presente nelle vasche al prato a terra.

Anche la siepe potata in forma sulla destra è artificiale, come quelle di questa foto di un catalogo che le vende anche su misura.

Una siepe artificiale in bosso ordinabile su misura.

L’effetto è confortevole, bisogna però ricordare che la manutenzione non è nulla. Tutte le piante e il prato richiedono periodicamente di essere lavate, poiché raccolgono polvere e inquinamento come qualsiasi altro oggetto.

Il verde e l’edificio: un dialogo sempre più frequente.

Chiudiamo questa analisi e comparazione di casi particolari con la facciata di questo edificio i cui terrazzi sono rivestiti da un’oculata scelta del verde. È un’immagine che sta entrando nel nostro immaginario, diciamo che si sta avvicinando alla consuetudine, quantomeno in rete e sui social in genere.

Vogliamo essere ottimisti e dire che edifici e terrazzi come questi saranno sempre più diffusi? La sfida, potremmo concludere alla fine di questo capitolo, è rendere la progettazione semplice, fare scendere i costi architettonici e pure quelli legati strettamente alle specie scelte per inverdire le terrazze, mantenendo pure bassi i costi di manutenzione.

Questo ci auguriamo sia l’orientamento futuro.

La progettazione: proposte e scelta delle specie adatte

Ora affrontiamo la scelta delle specie botaniche, secondo vincoli imposti da casi specifici e analizziamo le manutenzioni che da queste scelte derivano. 

STUDIO  1

Tema dell’esercizio è: il terrazzo in ombra.

Vincoli:

  • rendere scenografica la vista dall’interno
  • vestire un parapetto con cassettine agganciate
  • ombra ovunque

 

Si pensa così a:

  • un disegno morbido e sinuoso di vasche che renda di per sé scenografica l’occupazione dello spazio, grazie a una distesa di azalee e di felci sempreverdi,
  • una successiva scalare fioritura di Hydrangea hortensis (Ortensia),
  • un alternarsi di fioriture in vaso, grazie a una Camellia japonica (fioritura primaverile) e a una Camellia sasanqua (fioritura invernale),
  • cassettine agganciate con edera a foglia piccola e l’aggiunta di qualche fioritura stagionale per dare colore e movimento.

 

Manutenzione: 
il progetto ha complessivamente una manutenzione media, il lavoro maggiore è dato dalla potatura delle ortensie e dal cambio delle stagionali nelle cassettine agganciate.

Bagnature:
medio-abbondanti.

Scelte botaniche:

  1. Camellia japonica 
  2. Hedera helyx a foglia piccola e stagionali nelle cassettine agganciate sul parapetto
  3. Hydrangea hortensis
  4. Azalea japonica in varietà
  5. Felci sempreverdi in varietà
  6. Camellia sasanqua

Camellia japonica

Hydrangea hortensis

Camellia sasanqua

STUDIO  2

Tema dell’esercizio è: il terrazzo fiorito al nord.

Vincoli:

  • un’esposizione non particolarmente favorevole,
  • la preesistenza di due pergolati,
  • la necessità di schermare la vista,
  • la necessità di fioriture eleganti e importanti.

 

Manutenzione:

medio-alta, data dalla presenza di rose sicuramente da trattare ripetutamente, di Ortensie da potare con attenzione, il Trachelospermum va condotto, contenuto e mondato.

 

Bagnature:
media frequenza.

 

Scelte botaniche:

  1. Trachelospermum jasminoides 
  2. Hydrangea hortensis
  3. Prunus laurocerasus ‘Otto Luyken’ 
  4. Camellia japonica
  5. Camellia sasanqua
  6. Viburnum opulus
  7. Rosa rampicante

Trachelospermum jasminoides

Hydrangea hortensis

Prunus laurocerasus ‘Otto Luyken’

Rosa rampicante

STUDIO  3

Tema dell’esercizio è: il terrazzo profumato al centro Italia.

Vincoli:

  • la presenza di un grande pergolato ad angolo,
  • un parapetto in parte da vestire con cassettine agganciate.

 

Manutenzione:

alta, data dalla presenza di un glicine, di rose rampicanti, di rose ad arbusto e di un alloro che va sempre trattato.

 

Bagnature:

media frequenza.

 

Scelte botaniche:

  1. Laurus nobilis
  2. Lavandula angustifolia 
  3. Lavandula hidcote (cassettina agganciata) 
  4. Hedera helyx (cassettina agganciata)
  5. Rose ad arbusto in varietà
  6. Weigela 
  7. Rosa rampicante
  8. Wistaria sinensis
  9. Osmanthus fragrans

 

Lavandula angustifolia

Lavandula hidcote (cassettina agganciata)

Weigela

Osmanthus fragrans